Utilizzo del domperidone nel trattamento della leishmaniosi canina: prova clinica

Gómez-Ochoa P, Castillo JA, Gascón M, Zarate JJ, Alvarez F, Couto CG – Use of domperidone in the treatment of canine visceral leishmaniasis: A clinical trial – Vet J. 2007 Nov 13 [Epub ahead of print] – [abstract originale]

Abstract

Lo scopo di questo studio è stato di valutare gli effetti del domperidone, un antagonista dei recettori dopaminergici D2, in cani naturalmente infetti da L. Infantum. 98 cani sono stati trattati in monoterapia con domperidone 1 mg/kg BID per os per 1 mese. Nei successivi 12 mesi i cani sono stati controllati dal punto di vista clinico, sierologico, biochimico ed immunologico. Il domperidone è stato efficace nel controllo e nella riduzione dei segni clinici e del titolo anticorpale. Diminuzioni significative degli anticorpi sierici sono state osservate nel 74,3% dei cani con segni clinici moderati ed il 40% si è sieronegativizzato. Nei pazienti con segni clinici gravi ed alto titolo anticorpale, il miglioramento clinico si è verificato nell’86% dei soggetti ed il titolo è diminuito nel 38% di essi. Si è rilevato anche un incremento significativo della risposta immunitaria cellulare, come evidenziato da LST e da un test di proliferazione linfocitaria.

Segnalazioni precedenti:

  • Domperidone Against Leishmaniasis: Preliminary Results from First Therapeutic Trial [2002, 27° Congresso WSAVA];
  • Lactating females Syrian hamster (Mesocricetus auratus) show protection against experimental Leishmania infantum infection [2003 – abstract].
Parole chiave:
commenti[Stampa] [Stampa]

Ultima modifica: 1 giugno 2010 @ 20:16 28''

Nessun commento a “Utilizzo del domperidone nel trattamento della leishmaniosi canina: prova clinica”  

  1. Nessun commento

Lascia una risposta