Utilizzo del domperidone nel trattamento della leishmaniosi canina: prova clinica

Gómez-Ochoa P, Castillo JA, Gascón M, Zarate JJ, Alvarez F, Couto CG – Use of domperidone in the treatment of canine visceral leishmaniasis: A clinical trial – Vet J. 2007 Nov 13 [Epub ahead of print] – [abstract originale]

Abstract

Lo scopo di questo studio è stato di valutare gli effetti del domperidone, un antagonista dei recettori dopaminergici D2, in cani naturalmente infetti da L. Infantum. 98 cani sono stati trattati in monoterapia con domperidone 1 mg/kg BID per os per 1 mese. Nei successivi 12 mesi i cani sono stati controllati dal punto di vista clinico, sierologico, biochimico ed immunologico. Il domperidone è stato efficace nel controllo e nella riduzione dei segni clinici e del titolo anticorpale. Diminuzioni significative degli anticorpi sierici sono state osservate nel 74,3% dei cani con segni clinici moderati ed il 40% si è sieronegativizzato. Nei pazienti con segni clinici gravi ed alto titolo anticorpale, il miglioramento clinico si è verificato nell’86% dei soggetti ed il titolo è diminuito nel 38% di essi. Si è rilevato anche un incremento significativo della risposta immunitaria cellulare, come evidenziato da LST e da un test di proliferazione linfocitaria.

Segnalazioni precedenti:

  • Domperidone Against Leishmaniasis: Preliminary Results from First Therapeutic Trial [2002, 27° Congresso WSAVA];
  • Lactating females Syrian hamster (Mesocricetus auratus) show protection against experimental Leishmania infantum infection [2003 – abstract].
Parole chiave:
commento[Stampa] [Stampa]

Ultima modifica: 1 giugno 2010 @ 20:16 28''

Un commento a “Utilizzo del domperidone nel trattamento della leishmaniosi canina: prova clinica”  

  1. 1 Emo&Nina

    Sono venuto a conoscenza da 5gg. di questa (per me nuova) terapia, dopo aver fatto gli esami per la leishmaniosi e aver trovato una positività; era già stata trattata circa 5 anni fa (il mio cane è uno Schnauzer tg. grande femmina di 10 anni) con Glucantine fl e Alpurinolo, per un mese, terapia molto dolorosa e pesante a livello fisico per il mio cane, (anche non ultimo costosa) ma efficace, visto che per 5 anni non ha avuto l’innalzamento del titolo. Questa nuova terapia mi è stata data dal mio ottimo ed attento veterinario dott. Priano Alessandro del Centro Veterinario Genovese (GE). pertanto la inizio oggi. Parlando con altri proprietari di cani affetti della stessa malattia, compresa la farmacista che ha lo stesso problema non ne era a conoscenza. Speriamo che finalmente il tutto sia vero soprattutto per la salute dei nostri amati cani, così gli evitiamo la dolorosa e stressante terapia sopra menzionata. A terapia finita vi informerò degli esiti degli esami.

Lascia una risposta