Parola chiave: amazonensis


Ammonio, stamping out, vacuoli parassitofori, xilitolo, quercetina, sertralina

Alcuni derivati dell’ammonio monoquaternario inibiscono la crescita di protozoi parassiti (Plasmodium e Leishmania) [abstract]; Eliminazione e rimpiazzo dei cani in un’area endemica per leishmaniosi viscerale in Brasile [abstract]; Leishmania amazonensis: Fusione tra vacuoli parassitofori di macrofagi murini midollari infetti [abstract]; Xilitolo: effetto inibitorio sull’infezione dei macrofagi e stimolazione della produzione di ossido nitrico (NO) [abstract]; […]

27 aprile 2008 @ 17:37 47'' in Leishmania in generale Parole chiave: commenti

Aggiornamento pagine, LT CD8, DCs, LT CD4+

Aggiornamento pagine: Patogenesi (importanza dei granulociti neutrofili): I neutrofili appaiono importanti come cellule effettrici per un’efficace risposta immunitaria di tipo Th1, come è stato evidenziato sperimentalmente nel topo (L. donovani) in cui l’inibizione di queste cellule ha indotto un aumento della carica parassitaria nella milza e nel midollo osseo e, in misura minore, nel fegato; […]

11 dicembre 2007 @ 10:45 01'' in Leishmania in generale, Leishmania.org(it) Parole chiave: commenti

Ultimi aggiornamenti pagine

Patogenesi: Il promastigote internalizzato nelle cellule fagocitarie riesce a sopravvivere perché inibisce la maturazione fagosomiale; ed in questo una funzione cruciale è rivestita dal principale glicoconiugato di superficie del parassita, il lipofosfoglicano (LPG), tramite diversi meccanismi inibitori, come la rottura dell’actina filamentosa (F-actin) perifagosomiale durante il processo di maturazione del fagosoma stesso. Ma una delle […]

16 ottobre 2007 @ 21:56 38'' in Leishmania.org(it) Parole chiave: commenti

L’ajoene e l’aglio

Effetto antiproliferativo e leishmanicida dell’ajoene su diverse specie di Leishmania: studio ultrastrutturale Ledezma E., Jorquera A., Bendezu H., Vivas J., Perez G. – Parasitol. Res. Aug;88(8):748-53 [abstract originale]). L’ajoene [(E,Z)-4,5,9 tritiadodeca 1,6,11 triene 9-ossido], il composto maggiormente bioattivo derivato dall’aglio, manifesta una potente attività trypanolitica ed antimicotica. In questo articolo valutiamo il suo effetto su […]

2 agosto 2002 @ 11:54 28'' in Sanità Parole chiave: commento